venerdì 20 novembre 2015

Terrorismo in Europa

Questi giovani si identificheranno pure in qualcosa, avranno pure vissuto in famiglie difficili, avranno anche avuto grossi problemi economici ma qui c'è di più, molto di più, qui c'è la follia, qui c'è il delirio "nazista", qui ci sono le droghe pesanti! I loro cattivi maestri e loro stessi rappresentano una minaccia seria, molto più seria di qualsiasi altra minaccia mai vista. Anche i miei bisnonni erano poveri contadini che vivevano in case semidiroccate con gli animali, anche loro vivevano vite brevi e dure, anche loro non erano istruiti, anche loro non erano capiti dal governo regio di quel tempo....ma loro non si sono mai trasformati in bestie sanguinarie a 20 anni d'età, mai!!! No, loro non si sono mai trasfigurati a tal punto. Non sottovalutiamo questa minaccia perché è un po' come se ci avesse invaso un popolo di alieni anaffettivi e drogati. Per ora capiscono solo un linguaggio. E per favore basta con questa solita Europa colpevole di tutte le nefandezze di questo mondo perché non è così: un giovane anche se povero o disadattato si rimbocca le maniche e lavora e costruisce qualcosa, non crede nelle stronzate religiose e nei maestri fanatici, la maggior parte dei giovani non sono così!!! I nostri bisnonni in America sono forse tutti diventati crudeli sgherri di Al Capone? Direi proprio di no perché avevano le palle di affrontare una vita difficile con coraggio, quello vero, non quello di decapitare bambini o stuprare e massacrare donne innocenti, questa è follia pura e semplice, questa è una strada "facile" e ingannevole che la generazione dei videogiochi intravede sotto l'effetto delle droghe e dei cattivi maestri al servizio di interessi più grandi di loro. Ma a me sti grandi interessi non mi interessa neanche analizzarli, mi basta scorrere le foto delle povere vittime per indignarmi e sperare che si corra ai ripari al più presto e nella maniera più netta e decisa e finora pochi hanno dimostrato il coraggio di reagire sul serio. Le cause le cercheremo dopo......



Ettore Tangorra   2015

Nessun commento:

Posta un commento

Un piccolo bilancio

Ho 61 anni e ormai è parecchio che faccio bilanci. Dal 2010 circa faccio ormai tante considerazioni tra me e me avendo alle spalle un discre...