domenica 15 gennaio 2012

EUROGENDFOR, la nuova Gendarmeria Europea

Il 14 maggio 2010 la Camera dei deputati e poi il Senato hanno ratificato il Trattato di Velsen, firmato in Olanda nel 2007 da almeno 6 grandi paesi europei per impegnare le loro storiche gendarmerie (le polizie a statuto militare di origine napoleonica) nella formazione di una vera e propria gendarmeria europea sovrannazionale, l'Eurogendfor. Che sia l'inizio di un nucleo di forze europee? Per ora questa gendarmeria ha operato dalla Bosnia all'Afganistan, da Haiti alla Grecia, sia come polizia militare che come forza di ordine pubblico e la sperimentazione procede, con altri piccoli paesi che sono in attesa di partecipare al progetto e la Turchia, storico membro fondatore della NATO, che partecipa in veste di osservatore.

-    In Francia la Gendarmerie Nationale è la "matrice storica" di tutte le altre gendarmerie europee ed è stata di recente in larga parte sottratta al Ministero della Difesa (che se ne serve solo come polizia militare) e sottomessa al Ministro dell'Interno e alla polizia nazionale civile proprio in conseguenza del Trattato, e comunque anche in passato il campo d'azione delle due polizie, grandi centri urbani, zone rurali e strade, è sempre stato distinto molto chiaramente. In più, come in Italia, esiste una sezione di gendarmeria con funzione di rappresentanza presidenziale, la Garde Nationale Républicaine.
-    La Grecia qualche anno fa ha unificato due corpi di polizia di città e di campagna nell'Astinomìa.
-    L'Austria eliminò la gendarmeria qualche anno fa accorpandola insieme alla polizia di frontiera nella sua Bundespolizei centralizzata.
-    La Germania, oltre alle polizie regionali dei singoli Lander, ha la sua Bundespolizei federale (ex-Bundesgrenzschutzgendarmerie) che non è mai stata militarizzata per accordi con gli alleati vincitori dopo la guerra. Anzi fu solo in occasione dei fatti di Monaco del '72 che venne creata per la prima volta una sezione militarizzata di "teste di cuoio", il famoso GSG9, però sempre diretto dal potere civile. La Repubblica Democratica dell'est aveva la famigerata Volkspolizei (Polizia Popolare) fino al fatidico crollo del Muro dell'89 e i suoi membri assorbiti dalle varie polizie regionali della Germania unita.
   Il Belgio ha fatto confluire di recente la sua Gendarmeria (Rijkswacht-Gendarmerie) nell'attuale Police Fédérale a causa dello scandalo del pedofilo Dutroux allorquando vennero alla luce coperture di alti ranghi a suo favore).
-    Nei Paesi Bassi oltre alla Rijkspolitie civile, c'è la Koninklijke Marechaussée, di origine napoleonica, che ha però solo compiti di polizia militare e di frontiera.
-    In Spagna accanto al Cuerpo Nacional de Policìa c'è la "militarissima" Guardia Civìl (nonostante il nome) la cui giurisdizione è soprattutto rurale e stradale, ed è comunque sempre stata sottoposta a "direttori" civili.
-    In Portogallo accanto alla Polìcia de Segurança Pùblica abbiamo la militare Guarda Nacional Republicana con compiti rappresentativi, di polizia rurale e stradale.
   Della Romania non ho francamente molte notizie, so che c'è la Politia, ma anche lì esiste una gendarmeria come polizia militare, forse derivata dall'esercito o dalle "milizie" politiche tipiche dei paesi dell'ex-Patto di Varsavia.
-    La Turchia, storico membro della NATO fin dagli anni '50, ha una gendarmeria e si sta interessando al progetto come "osservatore".
-    Polonia e Lituania con le loro gendarmerie si considerano per il momento "partners" del progetto in attesa di adesione.
Tutte queste gendarmerie sono destinate a confluire in Eurogendfor, ed anzi 6 già ne fanno parte a tutti gli effetti.
-    In Italia i Carabinieri così come la Guardia di Finanza sono dei "militari con le stellette" cioè sottoposti al Ministero della Difesa. Svolgono insieme a finanzieri e poliziotti praticamente le identiche funzioni sotto Questori e Prefetti, tant'è vero che una ventina d'anni fa si pose proprio questo problema di sovrapposizione e coordinamento.
Mantengono presìdi rurali, le famose Stazioni, svolgendo in più compiti di polizia militare per le forze armate, nelle missioni all'estero, nelle ambasciate, ecc...ecc...nonchè di rappresentanza presidenziale col reggimento dei Corazzieri a cavallo.
Anche la Polizia era militare fino agli anni ottanta quando da Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza venne trasformata nell'attuale Polizia di Stato.
Il Governo D'Alema poi negli anni novanta, diede ai Carabinieri addirittura lo status di quarta forza armata con generali a 5 stelle, equiparandola all' Esercito, Marina e Aeronautica.
Con la creazione di Eurogendfor gli alti ranghi degli ufficiali dovrebbero continuare ad essere dei militari a tutti gli effetti e confluire nella gendarmeria europea con compiti di polizia militare e per missioni internazionali, mentre i ranghi più bassi passeranno come agenti, assistenti e ispettori nella Polizia di Stato. 
E' dal 2009 che seguo la notizia qua e là sul web, e noto che ultimamente se n'è cominciato a parlarne molto di più e se ne leggono per la verità un po'di tutti i colori: c'è chi paventa complotti segreti e grida al pericolo per una forza di polizia internazionale sottoposta al potere dell'UE, della NATO e degli USA, o alla minaccia ai diritti democratici dei cittadini, dimenticandosi forse degli scarsi diritti democratici e sindacali dei carabinieri e finanzieri di oggi che svolgono attività di polizia insieme ad altri colleghi civili sottoposti regime giuridico e sindacale più leggero.
La sede del corpo è in una base NATO vicino a Vicenza e l'attività dello stesso per ora è effettivamente semi-nascosta all'opinione pubblica, o quantomeno non se ne parlava tantissimo, ma non certo perchè si tratta di una setta segreta di euro-illuminati-templari nemici dei popoli, ma molto più semplicemente perchè tutto è ancora in fase di costruzione, sperimentazione, consolidamento e rodaggio.
C'è anche chi con malinteso spirito di corpo e sterile nostalgia grida allo "scandalo" per l'eliminazione dei Carabinieri, che sono sicuramente benvoluti e vantano una storia gloriosa (con luci ed ombre com'è normale in tutti i corpi) ma mi sento di dire che difronte alle minacce di terroristi islamici o di mafie internazionali del narcotraffico, beh, io sono rassicurato dal fatto che l'Europa si dìa finalmente un organismo unitario e coordinato a livello continentale, perchè contro i "cattivi" dei nostri tempi non possiamo certo usare la protezione civile o le simpatiche e volenterose guardie campestri della provincia di Rovigo! Le sfide sono ormai grosse e globali e non possiamo, noi europei, nasconderci dietro a un dito, o peggio ancora, sempre dietro al cappotto dello zio Sam, per poi però come al solito criticarlo aspramente! Poi comunque i Carabinieri non scompaiono, anzi forse vanno a fare quello per cui sono più qualificati e professionali per unanime riconoscimento internazionale.
Il medioevo è ormai molto lontano e che la nostalgia "di bandoliera" mi appare davvero del tutto sterile come quasi tutte le polemiche che si fanno in questo benedetto paese: quello a cui si dovrebbe pensare innanzitutto è l'interesse e la salvaguardia dei cittadini europei, punto e basta. Dunque tutto ciò che sembra condurre alla razionalizzazione delle forze, ottimizzazione delle risorse e lotta ai doppioni e agli sprechi, è per me il benvenuto, e soprattutto i ranghi più bassi degli ex-carabinieri avrebbero sicuramente in una polizia civile maggiori garanzie democratiche e sindacali rispetto ad oggi potendo continuare ad esprimere tutta la loro apprezzata e riconosciuta professionalità.
Francia, Portogallo, Spagna, Paesi Bassi, Italia, Romania. Osservatori Turchia, Lituania e Polonia.
Non resta dunque che augurarsi che il processo avanzi e che parallelamente in Italia si accorpino con la Polizia di Stato anche la Guardia di Finanza (la quale per ora non è stata discussa solo grazie alla sua particolare specificità di polizia economica e tributaria) e la Polizia penitenziaria, il Corpo Forestale e magari anche i militari della Guardia Costiera, nell'ottica della lotta agli sprechi, ai doppioni, alle invidie, alle gelosie, alle lotte di parte nelle quali, ahimè, siamo sempre stati dei veri e propri maestri fin dai tempi del Sommo Poeta Dante.

Aggiornamento ottobre 2012: alla luce di tutto quello che si legge in giro sui giornali e sulla rete io credo che alla fine andrà a finire che la Polizia di Stato, già declassata a Polizia Locale di 2°livello, andrà a fondersi con tutte le altre Polizie Municipali, Provinciali, e delle future Città metropolitane, ed anche magari con la Forestale, uniformandosi probabilmente tutte insieme anche esteticamente (sul modello francese), mentre i Carabinieri, in parte smilitarizzati e già sottoposti al Ministero dell'Interno, resteranno comunque la sola Polizia Nazionale, salvando così capra e cavoli. Non so prevedere cosa sarà della Guardia di Finanza e sono comunque curioso di vedere se tra qualche tempo questa mia previsione si avvererà. Siamo il paese delle soluzioni geniali che non scontentano nessuno. Già ora intanto stiamo evitando milioni di euro di sanzioni europee per mancata attuazione del numero d'emergenza unico 112, solo perché i Carabinieri hanno il loro numero 112, anche se ancora le varie centrali operative del 113, 117 e 118 sono rimaste in piedi e non sono per nulla coordinate tra loro.



Ettore Tangorra   2012

Nessun commento:

Posta un commento

Un piccolo bilancio

Ho 61 anni e ormai è parecchio che faccio bilanci. Dal 2010 circa faccio ormai tante considerazioni tra me e me avendo alle spalle un discre...