mercoledì 25 aprile 2012

La risacca

Stasera io proprio non so
perchè la risacca grigia di sassi m'inquieta
cosa mi dice la schiuma bianca e quest' aria
su questa scogliera che è come la vita
che invita a sperare e che corre sincera
oppure sono i pensieri che fermano il tempo
giusto al confine degli occhi
se allunghi la mano e la tocchi
la linea bugiarda tra l'acqua ed il cielo
e scegliere allora di volare
per scorgere meglio la posizione rispetto al mare
saper calcolare lo spazio che ora rimane
per muovere bene le mani
e lasciare buone parole da ricordare
mentre sento battere forte il motore
là infondo al boccaporto
dove è forte l'odore dell'olio
che spinge lo scafo che taglia le onde di prora
sul mare profondo
e non mi nascondo che io partirei anche ora
come se gli anni non fossero mai passati
ne' fossero trascorse troppo veloci le ore
e andrei anche senza il cappello
per sentire che cosa si prova
aspettando l'aurora a nord-est del mio cuore.




Ettore Tangorra  2012

Nessun commento:

Posta un commento

Un piccolo bilancio

Ho 61 anni e ormai è parecchio che faccio bilanci. Dal 2010 circa faccio ormai tante considerazioni tra me e me avendo alle spalle un discre...