domenica 25 settembre 2011

amore rubato

Parlami ora e guardami
o non guardarmi più 
in questa valle umida 
a dimora il cuore io metterò
perchè ti devo la mia libertà
sotto quel leccio
ti devo ore d'amore
risa di abbracci e pianto
hai aperto onesta la mano
io fremendo l'ho baciata
chi ci darà indietro tutte quelle ore
non oso misurare il tempo
ne' le intenzioni
se ci tocca il ricordo
ho ancora quel calore nelle mie mani
e sulla mia bocca
quell'energia d'argento
e la schiena piena di foglie
forse non lo rivedrò quel bosco
in questo autunno pieno di vento
ne' i verdi tralci nei filari
in questo bellissimo giorno senza futuro. 







Ettore Tangorra  2011




Nessun commento:

Posta un commento

Un piccolo bilancio

Ho 61 anni e ormai è parecchio che faccio bilanci. Dal 2010 circa faccio ormai tante considerazioni tra me e me avendo alle spalle un discre...